Stessi ingredienti, piatti diversi

Domenica siamo usciti a pranzo con la famiglia del moroso, zii compresi (simpaticissimi, li adoro). Mi aspettavo uno di quei pranzoni che ci si alza dal tavolo con la pancia barcollante e quindi per cena mi ero prospettata un piattino leggerissimo, praticamente un contorno, giusto per mettere in funzione l'apparato digerente e nulla più. In effetti non mi sbagliavo per quanto riguardava il pranzo: mi sono messa la sera ai fornelli che ero ancora piena (però era tutto buonissimo) e la prospettiva di una cena leggera mi faceva molto piacere.
La ricetta, come al solito, viene da Cucina Moderna di novembre (ancora?), che dedica uno speciale ai finocchi, una delle mie verdure preferite. Io ho scelto i finocchi al latte gratinati, che per molti saranno un'autentica scemenza, ma era la prima volta nella mia vita che accendevo il grill del forno, tanto che ho dovuto perfino cercare le istruzioni degli elettrodomestici, perché non sapevo che temperatura andasse selezionata (e le ricette non lo dicono mai accidenti).
Comunque, visto che anche lei, che è una delle mie blogger preferite, decide che i finocchi gratinati sono una ricetta da postare, non vedo perché non io. Certo, i suoi sono più sofisticati, ma questo sempre e allora?
Allora, veniamo a questi finocchi.
finocchi gratinati
Ingredienti (per due)
1 finocchio e 1/2
1 bicchiere di latte
burro per la teglia
sale, pepe, noce moscata
2 cucchiai di parmigiano
Imburrare una teglia, disporvi sopra i finocchi tagliati a fettine, ricoprendola completamente. Versarvi sopra il latte e cuocere a fuoco medio basso per una decina di minuti, facendo assorbire il latte. Salate, pepate e aggiungete una spolverata di noce moscata. Cospargete di parmigiano grattugiato e mettete sotto il grill per 5 minuti.

Che ho fatto poi degli altri finocchi che avevo in casa? Ieri avrei cenato da sola e pensavo di farmeli in insalata. Però avevo freddo e mi son detta: va be' li faccio bollire e guarda caso avevo in frigo un cartone di panna aperto. Mi sembrava poca, così ci ho aggiunto un po' di latte. E poi, quando è finita la bollitura: sale, pepe, noce moscata. Mi son detta: abbiamo fatto trenta, facciamo trentuno. Ho tirato fuori il minipimer, una bella frullata, una spolverata di scaglie di parmigiano. Ecco la mia prima zuppetta.
zuppadifinocchi
Era un po' tanta, però l'ho mangiata volentieri.

8 commenti:

Tania ha detto...
4 novembre 2009 14:41

Hai fatto bene a postarla, è una ricetta di semplice esecuzione e dal buon sapore! Deve esserlo anche la zuppetta!

Nicole ha detto...
4 novembre 2009 15:53

Bella e buona sia la zuppa che la teglia di finocchi gratinati!brava!

Lo ha detto...
5 novembre 2009 00:23

e invece sono buonissimi...a me piacciono...e domani metterò anche io la mia versione dei finocchi :) un bacione

Nanny ha detto...
5 novembre 2009 07:39

Caspita che buon risultato,viva l'improvvisazione :P

Alem ha detto...
5 novembre 2009 08:57

alla fine mi hai così tanto incuriosito che l'ho comprato anche io il numero di novembre!!
lo sfogliavo proprio ieri sera.
Stasera provo la pizza di polenta o gli sformatini???

lise.charmel ha detto...
5 novembre 2009 09:44

grazie a tutte!
alem, che signora, io faccio solo le ricette superfacili :)

Anonimo ha detto...
7 novembre 2009 17:58

ho provato anche io a cercare c.m ma c' è già quello di dicembre.... carmen