Un altro caso di Serendipity

L'altro giorno scandagliavo il blog di Camomilla alla ricerca della ricetta dei tortini al cioccolato dal cuore morbido e sono rimasta impressionata da come sia diventata brava negli ultimi mesi non solo nelle preparazioni, ma nella presentazione dei piatti: le sue sembrano foto professionali rubate alle migliori riviste!
Mentre "sfogliavo" sono rimasta catturata da una foto che appariva sulla banda sinistra dello schermo: una preparazione che senz'altro avevo già visto, ma non preso in considerazione. E invece sarà almeno una settimana che il moroso mi rinfaccia i due melograni abbandonati sul piano di lavoro e portati da mia madre a Natale con la scusa che "portano buono". Mia madre mi regala un melograno tutti gli anni e io tutti gli anni lo lascio invecchiare da qualche parte e poi lo butto via. Ma stavolta erano due e giganteschi.
Ammetto che non ho mai provato attrazione per questi frutti legnosi scomodissimi da mangiare e anche se quest'autunno su diversi blog sono fioccate ricette inusuali le ho ignorate tutte fino a venerdì scorso.
La preparazione vista su Fiordifrolla invece mi ha illuminata: una torta semplice, rustica e perfetta per la colazione del mattino (i miei imprescindibili 30 grammi di prodotto da forno), che si è poi rivelata profumata e morbidissima, davvero piacevole. Il moroso ne era entusiasta, per fortuna per farla ho usato solo uno dei due melograni, così il prossimo fine settimana la posso rifare.
Torta di melagrane di Diana via Fiordifrolla
tortaMelograno
Ingredienti
1 bicchiere di succo di melograno
125 g di burro fuso
125 g di farina 00
125 g di zucchero semolato
2 uova
1 cucchiaino di lievito per dolci
la scorza di 1 limone bio grattugiata
100 g di zucchero a velo

Preparate il succo di melagrana: tagliate in due alcuni melograni (a me ne è bastato uno, ma era grossissimo) e spremeteli con lo spremiagrumi. Filtrate il succo ottenuto con un colino a maglie fitte. In una ciotola lavorate con le fruste elettriche le uova insieme allo zucchero semolato fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Incorporate il burro fuso ormai freddo e fatelo amalgamare, quindi unite la farina setacciata insieme al lievito e azionate le fruste fino ad ottenere un composto omogeneo. Aggiungete metà del succo di melograno insieme alla scorza del limone (io questa non l'ho messa) e mescolate di nuovo con cura.
Trasferite il tutto in una teglia circolare da 22 cm di diametro, opportunamente imburrata e infarinata, e livellate. Fate cuocere nel forno già caldo a 180° per circa 30 minuti, verificando la cottura attraverso uno stecchino, che infilerete nel centro del dolce e che dovrà risultare asciutto.
Mentre la torta cuoce preparate la bagna mescolando il resto del succo di melograno insieme allo zucchero a velo setacciato in un piccolo contenitore. Se notate comparire dei piccoli grumi vi basterà filtrare il liquido facendolo passare attraverso un colino a maglie fitte. Con un cucchiaino schiacciate i grumi rimasti per farli sciogliere.
Appena il dolce sarà cotto, sformatelo lasciandolo all'interno della teglia e con uno stecchino praticate tanti fori sulla superficie. Versate ora la bagna che verrà così assorbita dalla torta e fatela reffreddare. Poco prima di servire spolverizzatela con lo zucchero a velo e decorate con alcuni chicchi di melagrana, non fatelo con troppo anticipo altrimenti lo zucchero si inumidirà troppo e sarà esteticamente poco piacevole a vedersi.

Nota di Camomilla: io ho utilizzato uno stampo circolare da 24 cm e la torta è venuta molto bassa, consiglio di utilizzarne uno da 22 cm a cerchio apribile (non di più perché non deve risultare comunque troppo alto).
Nota di Lise: nonostante avessi letto la nota di Camomilla, mi sono accorta tardi di avere uno stampo da 24 cm, altrimenti credo che sarebbe bastato portare le quantità a gr. 150.

Grazie Diana e grazie Camomilla!

7 commenti:

Lo ha detto...
18 gennaio 2010 21:22

ma che bella questa torta e con il profumo del melograno...che anche io ho appena riscoperto... ma nel risotto..se le trovo ancora provo la torta..un bacione

Federica ha detto...
18 gennaio 2010 21:37

che bella questa torta!! chissà che buona!

Anonimo ha detto...
18 gennaio 2010 22:07

Lise, il melograno sta veramente bene anche sull'aubergine yoghurt (penso sia una ricetta libanese o comunque da qualche parte nel mediterraneo). un beso, spappari

fantasie ha detto...
18 gennaio 2010 23:05

Mi piace proprio questa torta... io invece vado a caccia di melograni perché FACCIO tante ricette e non mi bastano mai...
Baci
Stefania

Alem ha detto...
19 gennaio 2010 08:10

sembra morbidissima e che colore!!!!

Danda ha detto...
19 gennaio 2010 11:52

Che buona, dev'essere squisita... la terrò presente. Il mio uomo è golosissimo di melograni, ma se gliene levo qualcuno per farci un dolce non se la prenderà a male! :)

lise.charmel ha detto...
19 gennaio 2010 13:43

ohmmioddio, la spappari su questo blog, che emozione!
(ora però non sparire di nuovo come tuo solito eh)
grazie a tutte le altre, in effetti la torta è soffice e buona