Brutti e cattivi

Donne! Sappiamo tutte com'è difficile la vita dei nostri giorni, tra impegni di famiglia, casa lavoro! Sappiamo anche com'è difficile andare per forza d'accordo con tutti: con la collega invidiosa, con la suocera invadente, con la vicina impicciona. Per di più ci si mette anche l'incombente questione della sicurezza, tanto che non ci sentiamo neanche più tranquille a girare la sera!
Donne! Non temete! La soluzione c'è! Preparate anche voi i biscotti al riso della Lise duri come il muro®, nessuno oserà più avvicinarsi a voi.
Offrite questi terrificanti biscottini ai vostri nemici e vedrete che ve ne sbarazzerete in pochi istanti, mandandoli tutti dal dentista.
Garantito! Soddisfatte o rimborsate!
(Be', magari rimborsate no eh)

Insomma, le cose stanno così. Per il compleanno del mio migliore amico volevo regalargli una biscottiera piena di biscotti fatti da me. Ne avevo già preparati alcuni di tipi diversi e come ultimo gusto volevo aggiungerne di quelli al riso, visto che avevo in casa un sacchetto nuovo di farina di riso, regalo di mia madre che evidentemente non sapeva cosa farsene e se ne è così sbarazzata.
Così ho sfogliato il meraviglioso Libro d'oro dei biscotti e ho trovato una ricetta che faceva proprio al caso mio, con solo farina di riso, zucchero, un po' di olio e un cucchiaio di acqua. Ho cominciato a impastare con entusiasmo ed ero piacevolmente stupita dalla consistenza della pasta, molto facile da lavorare. Appena prima di stendere i biscotti sulla teglia ho assaggiato l'impasto e... sapeva di sabbia. Buh! Ho pensato: be', magari con la cottura migliorano, comunque proviamo ad aggiungere delle gocce di cioccolato, giusto per renderli più golosi. Così ho fatto. Ho formato senza fatica delle palline e ho infornato a 200°C per 25 minuti, proprio come diceva la ricetta.
Ecco. Il risultato il lettore lo può vedere da sé dalla foto:
Immangiabili biscotti con farina di riso
Brutti, bruciati e cattivi. E per di più, talmente duri da scoraggiare qualsiasi dentatura. Al massimo potrebbero essere utilizzati come sostitutivi del diamante per tagliare il vetro. O come arma contundente. Vedete voi, secondo me con un sasso si fa prima e almeno non si sprecano preziose e saporite gocce di cioccolato.
Questo post partecipa alla raccolta Ciofeca's Day di Cuoche dell'altro mondo.


8 commenti:

Lory ha detto...
27 marzo 2009 13:15

Ahahahah!!! Mi hai fatto ridere un sacco per come l'hai raccontata!!
Sei simpaticissima!!
Bacioni

Virginia ha detto...
27 marzo 2009 14:19

Anch'io ho un paio di ciofechette pronte pronte per essere postate...mannaggia!!!

Mary ha detto...
27 marzo 2009 14:54

daiiiiiiiii si dice brutti ma buoni ahahahah!!

lise.charmel ha detto...
27 marzo 2009 15:07

mary, ma non volevo creare aspettative!
virginia, credimi, non puoi battermi
lory, grazie
:)

Tortino al cioccolato ha detto...
27 marzo 2009 17:15

ahahahahah! ke forte...anke a noi capita a volte di fare ste ciofeche...ke nervi!!

Lo ha detto...
27 marzo 2009 21:44

mi hai fatto troppo ridere!!! ahah un bacione

Cuoche dell'altro mondo ha detto...
29 marzo 2009 08:53

Grazie mille per aver partecipato. Ti ho inserita nell'elenco dei partecipanti. Leggerò tutti i riacconti a fine concorso.
A presto
Alex

LeCiorelle ha detto...
12 maggio 2009 00:41

ahah eppure lo sai, io adoro i biscotti bruciacchiati >___< hanno un retrogusto quasi salatino che fa contrasto col dolce.. insomma, i biscotti bruciati me li paPpo sempre io XD poi con le goccioline di cioccolato a me sfiziano un sacco xD