Si fa presto a dire "torta di mele"

Ho una buona notizia: ho finalmente finito le mele in frigo. Ho una cattiva notizia: le ho ordinate di nuovo e stasera vado a ritirarle. Ho una notizia così così: nella mia dispensa c'è una torta di mele buonissima, ma non l'ho fatta io.
Questa che vi presento invece sì, l'ho fatta io, ma è già finita. La ricetta viene dal numero di novembre 2008 di Sale e Pepe e ha il vantaggio di essere facilissima e anche molto profumata. Si mantiene morbida per un sacco di tempo (a meno di non scofanarla tutta ovviamente) ed è perfetta per la colazione, ma anche per una merenda, accompagnata dallo stesso the utilizzato per realizzarla. Che tra l'altro è il the che mi porto in ufficio dentro il thermos (quando mi ricordo, stamattina per esempio no), quello verde al gelsomino del Commercio Equo, buonissimo anche senza essere dolcificato.

Ciambella mele e gelsomino
(ricetta tratta da Sale e Pepe di novembre 2008)
Ciambella di mele al gelsomino
Ingredienti
300 gr di mele Pink Lady (io in realtà ho usato una grossa mela stark)
160 gr farina
150 gr zucchero
5 cl olio (io ho usato quello di riso perché il mio di oliva è troppo forte)
1 bustina di the al gelsomino
2 uova
1 bustina di lievito per dolci
burro per lo stampo

Preparate il the con un dl abbondante di acqua. Sbattete le uova con lo zucchero in una terrina, unite l'olio, il the e incorporate la farina setacciata con il lievito. Sbucciate le mele, privatele del torsolo, tagliatele a dadini e unitele al composto, mescolando bene con delicatezza. Versate tutto in uno stampo da ciambella di 20 cm di diametro ben imburrato e cuocete in forno già caldo a 180°C per un'ora. Fate intiepidire e sformate.

11 commenti:

Anonimo ha detto...
9 marzo 2010 19:35

te l'ho subito copiata, con qualche modifica: tè alla rosa anzichè al gelsomino, olio di semi anzichè di riso e stampo a forma di cuore anzichè a ciambella. Per le mele anch'io ho usato le stark... adesso è in forno

ciao

Simy

Federica ha detto...
9 marzo 2010 20:26

wow da provare!!!! complimenti!!

Federica ha detto...
9 marzo 2010 21:04

Questa è da copiare! Chissà che aroma particolare con il thè! Tanto già so che a casa durerebbe poco: qualcuno che ci gira la finirebbe al max in due colazioni!!!! Baci

Alem ha detto...
9 marzo 2010 22:09

lise ma è buonissima!!!

Nanny ha detto...
10 marzo 2010 07:06

La torta di mele è un classico intramontabile.
Si contano innumerevoli ricette,tutte danno lo stesso risultato,buonissime!
Voglio segnalarti la mia prima raccolta,mi farebbe piacere se partecipassi,ti aspetto.
http://saporedivaniglia.blogspot.com/2010/03/la-mia-prima-raccolta.html

lise.charmel ha detto...
10 marzo 2010 08:50

grazie a tutte!
simy, fammi sapere com'è venuta
nanny, corro a vedere

Luciana ha detto...
10 marzo 2010 09:21

ottima e particolare....da provare, immagino il profumo in cucina!!! baci Luciana

Ginevra ha detto...
10 marzo 2010 11:47

Il tè al gelsomino non mi piace tantissimo, però la ricetta mi sembra molto appetitosa, se mi arrivano le mele nella biocesta la sperimento subito.

Ma quella delizia cioccolatosa che ho visto fra le tue foto? A quando la ricetta?

lise.charmel ha detto...
10 marzo 2010 13:43

ginevs, secondo me il the al gelsomino si può sostituire con un altro tipo di the aromatico che ti piace di più (simy qua sopra ha usato il the alla rosa)
la torta al cioccolato arriva a breve!

Anonimo ha detto...
10 marzo 2010 18:03

molto buona e davvero morbida.
purtroppo la rosa non si sentiva moltissimo forse perchè ho usato il lievito vanigliato e l'aroma di vaniglia ha coperto quello della rosa.
A me sono bastati 50 minuti di cottura

ciao e grazie per lo spunto

Simy

lise.charmel ha detto...
11 marzo 2010 11:14

tu pensa che la ricetta originale prevedeva un'ora e un quarto a 200°C! :)
sono contenta che ti sia piaciuta