Un altro cake!

Quando il caldo estivo viene interrotto da qualche giornata fresca non mi par vero di poter riaccendere il forno senza troppi patimenti. Anche la micetta Pina ne subisce il fascino, forse perché ci si vede riflessa: le piace moltissimo alzarsi sulle zampine posteriori e guardare dentro. Accesso o spento per lei non fa differenza, ma se ci armeggio allora solleva il capino verso di me miagolando. E io cerco di tenerla lontana perché non si scotti: visto che salta sempre dentro la lavastoviglie è un attimo che salti dentro il forno e si faccia un giro di cottura insieme all'ennesima torta!
Coccolami!
Domenica mattina infatti lei e io eravamo chiuse in cucina mentre il moroso e suo padre in sala attaccavano le lampade al soffitto. Così ho ben pensato di sfruttare il tempo da reclusa per fare anche un cake dolce, semplicissimo: dopo aver visto tante foto di cake tutto sabato sera avevo veramente tanta voglia di mettermi all'opera!
Il cake che vedete presentato non è tra le ricette del libro, ma lo stesso mi è stato utile per definire le proporzioni tra la farina e le mandorle tritate.
Sono molto orgogliosa del risultato: non solo è buonissimo, ma ha anche la minirientranza superiore come il cake nella copertina del libro!
Cake mandorle e cannella
Cake mandorle e cannella
Ingredienti
150 gr di farina 00
100 gr di farina di mandorle (io ho frullato 100 gr di mandorle)
3 uova
150 gr di zucchero
80 gr di burro ammorbidito
1/2 bustina di lievito
2 cucchiaini di cannella

Montare le uova insieme allo zucchero con la frusta elettrica per farle diventare spumose. Aggiungere il burro ammorbidito tagliato a pezzettini e amalgamarlo sempre con la frusta elettrica. Personalmente ho notato che se il burro viene aggiunto ammorbidito e non fuso la crosticina esterna del cake risulta più croccante e gradevole.
Amalgamare la farina di mandorle e successivamente quella di grano tenero setacciata con il lievito. Aggiungere una generosa dose di cannella e infornare l'impasto in una teglia da cake imburrata o ricoperta di carta forno. Cuocere per 40 minuti a 180°C.
Sformare quando il cake è ancora tiepido (questo è un suggerimento del libro!)
Col caffè si sposa benissimo.

16 commenti:

Barbara ha detto...
24 giugno 2009 13:24

Un altro... splendido cake, vorrai dire: accendo il forno anch'io in questo periodo! E la tua Pina è deliziosa!

i dolci di laura ha detto...
24 giugno 2009 13:56

che bontà! proprio bello questo cake!

Federica ha detto...
24 giugno 2009 14:02

Wow...facile, veloce e buono!

lise.charmel ha detto...
24 giugno 2009 14:57

grazie a tutte!
barbara, in effetti la pina piace assai :)

manu e silvia ha detto...
24 giugno 2009 15:31

Ciao! curioso abbinamento mandorle e cannella! un gusto ed un sapore unico per questo semplicissimo cake!!
bravissima!
bacioni

Mirtilla ha detto...
24 giugno 2009 17:22

delizioso plum cake!!

Nanny ha detto...
24 giugno 2009 20:20

Adoro il profumo della cannella nei dolci,questo cake è davvero eccezionale!!!!Hai preso la ricetta sempre dallo stesso libro?

lise.charmel ha detto...
25 giugno 2009 13:47

manu e silvia, provate: insieme stanno davvero bene!
grazie mirtilla
nanny, no, diciamo che nel libro ci sono delle ricette più creative, da lì ho preso solo il suggerimento di sostituire 100 gr di farina con 100 gr di farina di mandorle, poi ci ho aggiunto la cannella di mia iniziativa, perché anche a me piace molto

Cristina ha detto...
25 giugno 2009 17:16

Buono, voglio provare a fare un cake come questo
brava
un bacio
cristina

Lo ha detto...
25 giugno 2009 22:13

primo un bacio alla Pina, poi ma che bello questo cake ..mi ispira...poi le mandorle sono buonissime...e finalmente qualcuno che come me mangia solo riso integrale :)
e ora un bacione anche a te

lise.charmel ha detto...
26 giugno 2009 10:04

cristina, prova: zero fatica e tanta soddisfazione
lo: la pina ti fa ronron. w il riso e la pasta integrali!

marcella candido cianchetti ha detto...
27 giugno 2009 08:42

che buono!!! buon w-end

lenny ha detto...
27 giugno 2009 19:04

Amo mandorle e cannella e questo cake da prima colazione o spuntino pomeridiano o serale è fantastico :))

sweetcook ha detto...
27 giugno 2009 19:28

Io adoro i cake e quì ne ho trovati di buonissimi ^_^ A presto!

Esmé ha detto...
9 luglio 2009 00:57

Il cake non so, io mi sto nutrendo di pollo della rosticceria e insalata in busta e sono mille miglia lontana dal forno.
Ma la gattina Pina è cresciuta tantissimo, ed è una bella cicciottella! Ha l'aria di essere anche una gattina felice. Io adoro i suoi colori diluiti, la trovo veramente bellissima e speciale.
La mia gattina nuova invece è magra, scorbutica e sparuta, in questo momento è davvero bruttina e spennacchiata. Ah, l'adolescenza... ma un giorno forse riuscirò a convincerla a mangiare.

laPitta ha detto...
17 luglio 2009 18:07

mio dio la micetta pina vorrei strapazzarmela di baci, che bella!!! :-)