Un insolito risotto

Avviso subito che questa ricetta si aggiudica il poco ambito titolo di peggio foto di tutto il blog (e sì che era difficile), ma i lettori non si facciano scoraggiare dall'aspetto deprimente: la ricetta è valida e il moroso non solo ha spazzolato di gusto, ma ha anche affermato che questa preparazione sale subito sul podio delle sue ricette preferite.
A dire il vero era stato proprio lui a chiedermela: stavo sfogliando l'ultimo numero di Cucina Moderna, ero arrivata al servizio sui risotti estivi e lui è rimasto attratto dall'insolito formato, io ho letto la ricetta, ho visto che in casa c'erano tutti, ma proprio tutti gli ingredienti (cosa rarissima in casa nostra: c'è sempre qualcosa che manca e che devo sostituire o omettere), anche perché sono ingredienti davvero di base, perciò l'ho accontentato.
L'unico dettaglio è che noi mangiamo solo riso integrale, che ci mette moltissimo a cuocere (infatti abbiamo pranzato tardissimo!), voi se ne avete utilizzate del riso che in 15 minuti è pronto.

Polpettine di riso con prosciutto crudo
Polpettine di riso
Ingredienti per due persone
50 gr di riso
350 ml di latte
40 gr di burro
3 cucchiai abbondanti di parmigiano
3/4 fette di prosciutto crudo
una spolverata di timo
sale e pepe

Scaldare il latte e al momento della bollitura versare il riso e salare. Cuocere per circa 15 minuti o comunque finché il latte non si è rappreso e il riso è diventato morbido. Salare, pepare, aggiungere il parmigiano e mantecare con il burro. Far raffreddare la preparazione e aggiungere il timo e il prosciutto tagliato a striscioline. Mescolare bene e con il composto formare delle polpettine. A questo punto io le ho cotte in forno per pochi minuti a 180°C, anche se la ricetta suggeriva di friggerle. Probabilmente vengono più croccanti, ma io volevo eliminare un po' di calorie e ieri comunque si poteva ancora accendere il forno.
Adagiare su un letto di insalatina, la ricetta suggeriva anche una tagliatina di melone, ma io sono talmente impedita a tagliare che ho preferito ometterla e il melone ce lo siamo mangiato dopo.
I lettori più attenti avranno notato delle fette di qualcosa di scuro in alto a sinistra nella foto: per quelle tornate domani!

8 commenti:

manu e silvia ha detto...
22 giugno 2009 13:16

Bè, se il fidanzato ha apprezzato e pure pulito il piatto...allora la garanzia è eccellente!
ci piace comunque nella sua semplicità e con il sapore particolare del prosciutto con il latte!
bacioni

Mirtilla ha detto...
22 giugno 2009 15:34

insolito si,ed anche parecchio invitante ;)

lise.charmel ha detto...
22 giugno 2009 15:50

ma grazie! manu e silvia, il latte si sente poco, giusto rende cremoso il tutto: prevalgono i sapori di timo e prosciutto

salsadisapa ha detto...
22 giugno 2009 16:26

beh.. .quando la fame incalza, bando alla fotografia e via di forchette! :-))) golosissime polpettine!

Onde99 ha detto...
22 giugno 2009 16:44

E'vero, è un modo molto insolito e sfizioso di servire il risotto e hai fatto benissimo a passare le polpettine in forno, anziché friggerle: sono sicuramente più sane e poi, si sa, fritta è buona anche una ciabatta, alias è tutto uguale, mentre al forno la differenza si sente!!!

lise.charmel ha detto...
22 giugno 2009 16:55

salsa di sapa, infatti: non era il momento giusto per cercare l'inquadratura perfetta :)
ondina, io pure preferisco il forno alla frittura e poi quando friggo le cose mi si sbriciolano sempre

fantasie ha detto...
22 giugno 2009 17:22

Buona e più light che se fritte... ma io il melone l'avrei messo!

Nanny ha detto...
22 giugno 2009 20:06

Spesso l'abito non fa il monaco,in questo caso una brutta foto non è una cattiva ricetta!!!