Ogni promessa è debito

Avevo promesso ieri che avrei raccontato meglio di quelle fettine che sbucano in alto a sinistra nella foto delle polpettine di riso.
E infatti eccomi qua. Sabato pomeriggio mi sono presa un'ora e mezza di pausa dai lavori casalinghi per fare un giro al reparto culinaria della Feltrinelli. Che tra l'altro è proprio accanto a quello degli animali domestici, così ho sfogliato un po' di manuali per la cura del gatto (anche se ne ho già due), in cerca di suggerimenti per rendere sempre più felice la mia Pina.
Tra l'altro per quanto riguarda l'acquisto "culinario" avevo già perfettamente in testa cosa portarmi a casa, perciò non ci ho impiegato troppo tempo: trovati i due volumi, acchiappati e portati a casa.
Mentre io facevo l'acquisto il moroso andava a correre e tornava a casa stanco e poi, adducendo come motivazione la pioggia mi chiedeva se mi spiacesse non uscire quella sera.
Be'. Io avevo due libri di cucina da sfogliare, non era un problema. E poi ho pensato... ma non fa troppo caldo, posso perfino accendere il forno!
Ed ecco che è arrivato, dritto dritto da Cakes dolci e salati, il mio primo cake salato. Che devo dire, era un po' che volevo provare a farne uno. E in giro per la rete ci sono un sacco di ricette sfiziose. Eppure nessuna era quella giusta, quella che mi faceva dire: "Questo lo provo!" Mentre sul libro, chissà, sarà il fascino della carta stampata, per me ancestrale, ma ce ne sono tantissimi che vorrei sperimentare.
Ed ecco qua: cake salato zucchine e parmigiano
cake salato zucchine
Il lettore esperto riconoscerà il ricettario nella foto.
Ingredienti
250 gr di farina
3 uova
10 cl di latte
10 cl di olio
2 zucchine
100 gr di parmigiano
100 gr di gruyere grattugiato
sale e pepe
1 bustina di lievito per torte salate

Sbattere le uova con olio e latte, aggiungere la farina setacciata (io ci ho messo quella integrale), i due formaggi, le zucchine lavate e tagliate a pezzettini, salare, pepare e aggiungere infine il lievito, sempre mescolando bene.
Versare il composto in uno stampo medio da plum cake precedentemente imburrato e infornare a 180°C per 45 minuti. Si consuma bene come alternativa a un pane sostanzioso.

5 commenti:

Onde99 ha detto...
23 giugno 2009 16:09

Ma sai che io ancora questo non l'ho fatto? Eppure è il primo del libro e io in genere vado in ordine... adoro quel ricettario, è un pozzo di idee!

Nanny ha detto...
24 giugno 2009 08:31

Mi state proprio tentanto con questo libro di Ilona Chovancova,visto che ottenete tutte dei cake formidabili mi sa che domani vado subito in libreia ad acquistarlo!!!!

lenny ha detto...
24 giugno 2009 09:31

Anche per me il fascino della carta stampata ha un ascendente particolare: direi che questo cake ne è una conferma :))

lise.charmel ha detto...
24 giugno 2009 11:17

onde, io come mio solito devo far fuori le zucchine che compro in quantità industriali. in effetti quel libro è stato un ottimo acquisto, meglio di quanto mi aspettassi
nanny, io l'ho comprato perché avevo voglia di un capriccio, ma è molto meglio del previsto, mi è venuto voglia di fare tutto! è davvero un bel libro
lenny, ma vero? in una libreria ci potrei passare le giornate (una volta l'ho fatto: un pomeriggio intero a sfogliare libri di ricette)

alessia ha detto...
4 settembre 2009 09:49

bello questo libro, è stato il primo che ho comprato (ormai di tanti!)
ALEM