Una torta salata per svuotare il frigo

Qualche settimana fa avevo invitato a cena una collega che ha una bambina piccola. Poiché la bambina mangia piuttosto presto, avevamo concordato di fare invece di una cena standard, un aperitivo, in modo che si potesse mangiare presto tutti insieme senza che ci sembrasse troppo strano.
Avevo perciò previsto diverse torte salate e acquistato la pasta sfoglia, quando la collega mi ha chiamata per dirmi che aveva un contrattempo e non poteva venire. Sono così rimasta con due rotoli di sfoglia nel frigo, che dovevo decidermi a far fuori prima della scadenza.
Nel frattempo al GAS sono arrivate le ultime melanzane. Poiché è un ortaggio che adoro le ho ordinate immediatamente e ne ho usate in parte per farci un sugo. Ma non erano finite, così anche loro si sono trovate nella triste situazione "ti devo mangiare in fretta prima che tu vada a male".
Ecco che perciò la soluzione si palesava in "torta salata con melanzane" che ora vi vado a proporre. Non è niente di straordinariamente eccezionale, ma c'è un aneddoto.
Sabato pomeriggio, prima di prepararla, mi sono messa a sfogliare i numeri 49 e 50 di Donna Hay, quelli in cui in Australia era estate e autunno. Mentre leggevo le ricette semplici, per vedere quali potevano finire nel menu settimanale, ho scoperto che lei non scrive "scaldate un cucchiaio d'olio in una padella antiaderente e cuocete il cibo X per tot minuti", ma "spennellate d'olio il cibo X e cuocetelo in padella per tot minuti".
Questa per me è stata la rivelazione della giornata (ma pure della settimana). Ogni volta che provavo a saltare le melanzane in padella, una assorbiva direttamente tutto l'olio e le altre si rinsecchivano. A grigliarle senza olio mi si impiccicavano tutte alla griglia (che poi nel mio caso è la bistecchiera dell'Ikea), mentre così sono venute buonissime.
Comunque la mia torta salata io l'ho fatta così.
Torta salata con melanzane
torta salata di melanzane
Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia (io ho usato quella rettangolare)
250 gr di ricotta
10 cl di panna (io l'ho usata perché anche quella era in frigo e andava smaltita, ma mezzo bicchiere di latte andrà benone e farà risparmiare calorie)
1 melanzana
una manciata di pomodorini ciliegini
olio, sale, timo

Scaldare il forno a 180°C. Srotolare la pasta sfoglia su una teglia senza eliminare la carta forno di imballo. Punzecchiare il fondo con i rebbi di una forchetta e cuocere in bianco con i pesi (e un altro foglio di carta forno tra la pasta e i pesi) per 15 minuti e altri 5 minuti senza pesi. Nel frattempo affettare sottilissimamente la melanzana, spennellare ogni fettina con l'olio (spennellare non vuol dire annegare) e cuocere su una griglia.
A parte in una ciotola amalgamare la ricotta con la panna o il latte, aggiustare di sale e cospargere di timo.
Lavare i pomodorini e tagliarli a metà.
Riempire il guscio di sfoglia con la crema di ricotta, coprire con le melanzane e i pomodorini, salare, decorare con qualche rametto di timo fresco e cuocere in forno per altri 25 minuti.

14 commenti:

Saretta ha detto...
13 settembre 2010 16:53

geniale direi!!!

Carolina ha detto...
13 settembre 2010 17:58

Ma perché i miei "svuotafrigo" sono sempre decisamente più tristi?!
;)

fiamma ha detto...
13 settembre 2010 19:02

w gli svuotafrigo! su su amica, basta ricette con melanzane;))
baci, adoro il tuo blog

Lo ha detto...
13 settembre 2010 21:27

wow...mi piace moltissimo...davvero davvero e ho la melanzana nel frigo....spero di avanzare tempo per provarla! Un bacione

lise.charmel ha detto...
14 settembre 2010 09:02

Grazie a tutte!
carolina, com'è che non ci credo? :)
amica fiamma, che bello trovarti qui! attenta che poi passo alle ricette con le noci :)
lo, io ci ho messo pochissimo a farla, giuro

Jasmine ha detto...
14 settembre 2010 09:33

Svuotafrigo, lol :) Io faccio sempre solo noiosi minestroni per svuotarlo, la tua è un'ottima idea :)

Onde99 ha detto...
14 settembre 2010 09:44

"Spennellare il cibo d'olio" è una trovata geniale, anch'io ho il tuo stesso problema e non mi era mai venuto in mente. Quindi grazie a Donna Hay e soprattutto a te per avermi passato l'informazione!

caroline ha detto...
14 settembre 2010 10:26

Che strano che ti si attacchino le melanzane...

lise.charmel ha detto...
14 settembre 2010 11:02

jasmine, forse dipende un po' da quello che ti è avanzato nel frigo: è un po' arduo fare un minestrone con un rotolo di sfoglia :)
onde, mi fa piacere essere stata utile a qualcuno, io pure la trovo un'idea geniale, non potevo non sbandierarla ai 4 venti
caroline, in realtà a me si attacca di tutto, sono la regina del bostik, ma forse questa epoca è destinata a finire :)

Tania ha detto...
14 settembre 2010 11:52

Ecco che fine ha fatto la tua pasta sfoglia, mica male!
Voglio provare anch'io a spennellarle come suggerisce Donna Hay quandole faccio in padella!

caroline ha detto...
14 settembre 2010 13:01

A me piacciono molto le melanzane grigliate e le faccio spesso. Un trucco è utilizzare la griglia molto calda. Prova e poi devi aspettare proprio che non si attacchino per girarle.

lise.charmel ha detto...
14 settembre 2010 14:11

tania, è il trucco della settimana, davvero :)
caroline, ma è calda caldissima! ammetto che sulla griglia si attaccano meno che in padella in effetti, ma mi sembra che così si cuociano meglio, non so

caroline ha detto...
14 settembre 2010 14:39

Be' sì, immagino vengano più morbide e saporite.

Ambra ha detto...
15 settembre 2010 21:45

E' la prima volta che passo di qui e mi piace davvero tutto di questo posticino, le ricette, le foto invitanti...a presto!