Il ritorno della carne con la frutta

L'altra settimana avevamo ospiti a cena gli amici del marito. Faccio sempre l'arrosto quando ho tanti ospiti: mi permette di godermi la compagnia mentre l'arrosto cuoce da solo nel forno e ha bisogno di pochissime attenzioni. L'importante è che la carne sia buona, per questo sono andata dal mio macellaio di fiducia: quello da cui vado sempre quando devo fare bella figura.
Solo che poi quando sono lì mi sento come un bambino da Imaginarium e pure il marito, che di solito stringe i cordoni della borsa davanti al mio irrefrenabile bisogno di spendere, subisce il fascino di quella macelleria pulita, ordinata e piena di gente cortese e competente (infatti è sempre affollata).
Così quando gli ho proposto di comprare della carne trita anche per noi ne è stato ben contento. Poi però è venuto il momento di cucinarla quella carne e così ho scelto di affidarmi a un vecchio numero di Cucina Moderna Serie Oro dedicato alle polpette, di cui mi sono già servita per tante altre ricette anche pubblicate su questo blog.
E ho scelto una ricetta come sempre facilissima, con le mele, di cui avevo il cassetto pieno, per un recente ordine al gas.
Polpette alla mela
polpette alla mela
Ingredienti per due persone
300 gr di carne di vitello tritata
1 grossa mela
un uovo
semi di finocchietto
la buccia grattugiata di mezzo limone non trattato
farina
mezzo bicchiere di vino bianco
olio

Sbucciate e grattugiate metà della mela, riunite la polpa ottenuta in una terrina insieme alla carne, l'uovo, i semi di finocchietto, la scorza di limone un pizzico di sale e una macinata di pepe. Mescolate e ricavatene delle polpettine tonde e passatele nella farina.
Scaldate il forno a 180°C, sistemate le polpettine su una teglia coperta di carta forno e leggermente unta d'olio. Versatevi sopra il vino delicatamente e cuocete le polpette in forno per circa 20 minuti, coprendole di tanto in tanto con il loro liquido.

8 commenti:

manuela e silvia ha detto...
15 dicembre 2010 11:39

Ciao! a noi piace moltissimo utilizare la frutta in cucina, nelle preparazioni a base di carne poi è perfetta, soprattutto quella invernale! ottimo il tuo arrosto così arricchito e profumato!
baci baci

lamelannurca ha detto...
15 dicembre 2010 19:06

ecco..l'arrosto è una di quelle preparazioni con cui non mi sono mai cimentata! Mi fa un po' paura :-) Posterai la ricetta?!
Intanto buone le polpette!!

Sara @ Fiordifrolla ha detto...
15 dicembre 2010 21:13

Le devo fare, adoro l'abbinamento della carne con la frutta, proprio ora stavo cercando tra i miei libri una ricetta sul tema! Mi piace il fatto che non siano fritte, credo proprio ti ruberò l'idea, mi sembrano altamente sfiziose queste polpettine ;) Baci

Passiflora ha detto...
15 dicembre 2010 21:59

Grazie di questa ricettina semplice e originale! Ecco come posso far fuori quelle mele che, chiuse nel cassetto del frigo da due settimane, iniziano a rattrappirsi.. senza per questo preparare l'ennesimo dolce! ;-)
ps: parteciperai alla mia raccolta di cinericette di Natale? ti aspetto!
ciao!

lise.charmel ha detto...
16 dicembre 2010 17:48

manuela, silvia, ma queste sono polpette °__°
melannurca, no, non ho fatto le foto, perché non era il caso. ma ti posso scrivere quello che mi ha detto la moglie del macellaio: fondi il burro in una casseruola e rosolaci l'arrosto un po' per lato. Travasa sughino e arrosto in una teglia (se la teglia va sul fuoco o la casseruola in forno è più facile). copri con vermuth (io ho usato la grappa) e fai cuocere a 180° per un'ora e mezza (per un arrosto di un kg), avendo accortezza di bagnarlo di tanto in tanto con il suo liquido. le mele le salti il padella a parte e le servi con l'arrosto.
sara, ma che onore, tu che fai una mia ricetta! le polpette originali erano in padella, ma io preferisco cuocerle in forno (almeno non mi si attaccano)
passiflora, ecco, io sono veramente ignorante di cinema...

lamelannurca ha detto...
17 dicembre 2010 11:37

grazie mille per le indicazioni lise. proverò senz'altro e ti aggiornerò sull'esito. Penso che l'arrosto in cucina sia un po' come "diventare grandi" :-)
cmq detta così sembra facile...

lamelannurca ha detto...
17 dicembre 2010 11:37

grazie mille per le indicazioni lise. proverò senz'altro e ti aggiornerò sull'esito. Penso che l'arrosto in cucina sia un po' come "diventare grandi" :-)
cmq detta così sembra facile...

SalvoSisteMista ha detto...
18 dicembre 2010 00:13

Che bontà!!!
Ma ti sei dimenticata di mettere il link per scaricare da internet le polpette!!!
e adesso come faccio? :(