Si può fare!

Questo post prende spunto da quest'altro della Lo, in cui si parla di istituire un giorno vegano alla settimana.
Anche se ultimamente scrivo meno, c'è una cosa che devo a questo blog: la mia alimentazione è molto più varia da quando l'ho aperto. Lo stimolo a cercare ricette nuove, ingredienti nuovi, spunti nuovi mi permette di evitare la solita abbinata bistecca/insalatina che sarà pur pratica, ma non solo è noiosa, ma anche poco sana (oltre che eticamente non tanto consigliabile). Lo stimolo viene da tantissime parti, ma spesso dai blog che leggo, così  pieni di passione e di idee. Ecco perché me ne sono appropriata e ho cercato di fare una giornata vegana, ponendomi la sfida di non utilizzare ingredienti quali tofu, seitan e simili, così lontani dalla nostra cucina abituale. Ovviamente non ho nulla contro questi ingredienti, ma volevo dimostrare a tutti che anche chi storce il naso davanti ai cibi "esotici" può tranquillamente fare una giornata vegana senza allontanarsi dai propri gusti.
La colazione qui non la vedete, ma un caffè o un the e un paio di fette di pane e marmellata la risolvono facilmente senza ingredienti animali.
Invece i due pasti principali del giorno sono legati da un ingrediente comune: gli asparagi.
A mezzogiorno abbiamo mangiato un comunissimo piatto di spaghetti integrali agli asparagi. Gli asparagi li ho lessati nell'acqua di cottura della pasta e poi li ho brevemente saltati in padella insieme agli spaghetti.
Spaghetti agli asparagi
Per la sera invece ho copiato un piattino visto su Donna Hay Magazine di marzo (ma che bella è quella rivista?), omettendo solo le scaglie di parmigiano per restare sulla scelta vegana dichiarata a inizio post.
Anche questa, non starei a spiegarla come una ricetta classica, ma come ha fatto lei, direi che ho affettato qualche zucchina sottile sottile (be', io non son tanto brava a tagliare sottile, ma voi ve la caverete benissimo) e l'ho fatta grigliare sulla piastra bollente insieme a qualche asparago e a delle fettine di limone.
Dopo qualche minuto ho unito a una manciata abbondante di ceci in barattolo opportunamente sgocciolati e ho condito con sale, pepe e olio.
Insalata grigliata di asparagi e zucchine
Giuro che non si sente per niente la mancanza della carne.

7 commenti:

Alem ha detto...
26 maggio 2010 14:59

Per me che non mangio quasi mai carne non sarebbe tanto difficile!
vado a leggere il link!

Federica ha detto...
26 maggio 2010 15:16

Un po' più difficile sarebbe riconciare al pesce, ma per la carne nessunissimo sacrificio. Anzi, sarebbe quasi un "premio" ! Buoni quegli spaghetti agli asparagi ^_^

Cristina ha detto...
26 maggio 2010 15:53

Anche io cerco sempre nuove idee per variare il mio menu ed evitare la carne...sicuro ti ruberò qualche ideuccia!!!

lise.charmel ha detto...
26 maggio 2010 17:57

rinunciare alla carne non mi pesa tanto, il difficile sono uova e latticini, quelli li uso un sacco

Barbara ha detto...
26 maggio 2010 18:59

Bello il giorno vegano e ancora piu' bello il tuo piatto :)

Anonimo ha detto...
26 maggio 2010 21:50

E' un modo carino per dirmi che sei pronta ad invitarmi da te?
baci
Phoebe

Ginevra ha detto...
27 maggio 2010 12:48

yeee! bellissime ricettine
e ottima dimostrazione del fatto che non è necessario discostarsi dai propri gusti per seguire un regime vegano.
Mio marito è vegetariano io non mangio carne, uso tofu e seitan per ragioni di comodità (un po' come avere un hamburger in frigo), ma in realtà trovo che la cosa più divertente sia trovare ricette dai gusti "tradizionali" da adattare in chiave vegan.