La ciambella con la sorpresa in fondo

Sabato scorso ero al Salone del Libro accasciata su una panca in attesa di due amiche quando mi ha telefonato il moroso per dirmi che stava facendo la spesa e che aveva comprato le ciliegie.
Le ciliegie! Io ci vado matta: è uno dei miei frutti preferiti, non vedevo l'ora di correre a casa a mangiarle. Quelle ciliegie mi hanno fatto compagnia per molte merende in ufficio e anche adesso che sto scrivendo sto gustando le ultime della confezione.
Nel frattempo avevo adocchiato la torta del mese dal mio calendario di torte e biscotti: una voluttuosa ciambella alle ciliegie con gelatina di frutta. Ora, io la gelatina l'ho omessa e sulle ciliegie avrei avuto un pensiero tardivo, come poi vi dirò.
Comunque, come credo succeda a tutti noi mentre ci accingiamo a cucinare, nel seguire la ricetta mi sono ricordata di questa ricetta qui, che aggiungeva farina di mandorle al composto, oltre alla ricotta avanzata dalle polpettine che ancora stazionava nel frigo. Così la ricetta del calendario è stata ben bene modificata e secondo me in meglio.
L'unico appunto che mi sento di fare, che è poi il pensiero tardivo di cui sopra è questo. La ricetta diceva di mettere le ciliegie alla fine, sulla ciambella già nello stampo e io così ho fatto. Pensavo infatti che il loro peso le avrebbe fatte precipitare sul fondo, di modo che, ribaltando il dolce, si sarebbero trovate in superficie. Invece no: durante la cottura sono rimaste dov'erano, col risultato che adesso stanno alla base della torta, come una piccola sorpresa per chi mangia. Come variante proporrei perciò di versare le ciliegie denocciolate nell'impasto, vedete poi voi.
Ciambella mandorle e ciliegie
ciambella mandorle e ciliegie
Ingredienti
120 gr di burro morbido a tocchetti
120 gr di zucchero
4 uova
150 gr di farina
80 gr di farina di mandorle (io ho semplicemente tritato al mixer lo stesso peso di mandorle)
1 bustina di lievito
2 cucchiai di latte
ciliegie denocciolate

Lavorare a crema il burro con lo zucchero. Quando il composto è ben amalgamato aggiungere i tuorli delle uova ad uno ad uno (non aggiungere il successivo finché il precedente non è ben amalgamato). A questo punto aggiungere il latte, le mandorle, la farina setacciata con il lievito e mescolare fino a rendere omogeneo il composto. Versare il composto in uno stampo a ciambella imburrato. Decorare la base della ciambella con le ciliegie denocciolate e cuocere in forno già caldo a 180° per 50/60 minuti.
Servire spolverizzato di zucchero a velo.

9 commenti:

colombina ha detto...
21 maggio 2010 17:16

che buona che deve essere, forse anche con le fragole??? (costano meno!!!), delizioso l'abbinamento con la farina di mandorle.
Baci

marsettina ha detto...
21 maggio 2010 20:13

che buona deve essere!

Nanny ha detto...
21 maggio 2010 22:38

Ottima ricetta per un dolce che ti da la carica per affrontarela giornata :P

BreadandBreakfast ha detto...
21 maggio 2010 22:47

deliziosa in ogni momento! vado pazza per le ciliege, non vedo l'ora che maturino le mie per fare un clafoutis o un dolce come il tuo!

Gunther ha detto...
22 maggio 2010 00:27

mi ha colpito molto l'abbinamento mandorle e ciliegie, decisamente non male, brava

Federica ha detto...
22 maggio 2010 15:25

che delizia!! sono pronta per una fettaaaa!!! baci!

Barbara ha detto...
24 maggio 2010 10:39

Ma che bello, ciliegie nella torta!! Brava!

Onde99 ha detto...
25 maggio 2010 11:16

Ma non è che le ciliegie andavano messe in superficie perché la ricetta dava per scontato che non si capovolgesse la torta? Beh, poco importa, io adoro tutti i dolci a base di ciliegie e questo ha un bellissimo aspetto!

lise.charmel ha detto...
26 maggio 2010 11:41

grazie a tutti!
onde, l'avevo pensato anch'io in effetti, ma di solito una ciambella si capovolge... °___°
(anch'io adoro le ciliegie, anche da sole)