Quanto tempo!

Ma quanto tempo che non passo di qui, in questo povero blog abbandonato. Quanta polvere! C'è nessuno?
Non ci sono più quasi nemmeno io: distratta, impigrita, al massimo sfoglio libri di cucina e vorrei che le creazioni ivi rappresentate si materializzassero senza sforzo sulla mia tavola e in maniera creativa e assolutamente autonoma, ma spiritosa su questo blog. Perché non è vero che non voglio più avere un blog, vorrei solo che si scrivesse da solo. Che si aggiustasse le foto, anche. Io mi limiterei a continuare a scattarle, quello sì (anche se domenica avevo fatto un riso delizioso e non l'ho fotografato perché c'era un cielo talmente livido che sarebbe venuta fuori una foto della depressione).
Comunque ho aspettato a lungo che il blog si scrivesse da solo, ma non è successo, così sono tornata a scriverlo io. Almeno per oggi.
Il cake che vi presento l'ho copiato paro paro da Cavoletto e l'avevo trovato, a suo tempo quando lei lo pubblicò, geniale. Tra l'altro la presenza della ricotta lo rende sofficissimo e infatti, visto che mi è arrivata una bella fornitura di ricotta dal mio gruppo d'acquisto, stasera ho intenzione di rifarlo, magari non con il bicolore caffè e grappa, ma con qualcos'altro (si accettano suggerimenti nei commenti).
Caffè corretto versione cake
(ricetta originale qui, ma anche sul libro del Cavolo)
cake bicolore corretto grappa
Ingredienti
200 gr farina
200 gr zucchero
150 gr ricotta
mezzo bicchiere di olio di riso
2 uova
una tazzina abbondante di caffè espresso
una tazzina abbondante di grappa
mezza bustina di lievito per dolci
un cucchiaino di cacao

Sbattere a lungo le uova con lo zucchero, finché non sono gonfie e spumose (circa dieci minuti), poi aggiungere l'olio di riso, mescolando bene e la ricotta. Aggiungere infine la farina setacciata insieme al lievito e lavorare fino a ottenere un composto morbido e liscio.
Dividere il composto in due parti: ad una aggiungere il caffè e il cacao, all'altra la grappa.
Versate i due composti alternati in uno stampo da cake ben imburrato e aiutatevi con una forchetta a "miscelare" i due composti per dare l'effetto marmorizzato (come vedete dalla foto a me non è riuscito benissimo). Far cuocere in forno a 180° per circa 50 minuti, verificare l’interno con uno stuzzicadente prima di sfornare.

8 commenti:

Federica ha detto...
17 maggio 2011 11:28

Ha proprio l'aspetto sofficioso che piace a me. Sono astemia ma questa "correzione" me gusta :D! Non ho capito se vuoi rifarlo sempre bicolore cambiando. Buttò là qualcosa: bianco al limone-verde al thè matcha; bianco alla vaniglia-rosa con alchermes e fragole; cacao-zafferano, cacao+caffè-bayles. Buona sperimentazione,un bacio

lise.charmel ha detto...
17 maggio 2011 12:14

in realtà pensavo anche non bicolore, ma mi hai dato un sacco di idee interessanti! e mi hai ricordato un bianco (cioccolato bianco) e verde (the matcha) che era venuto buonissimo, grazie!

Stefania ha detto...
17 maggio 2011 12:19

Un bellissimo cake, brava ciao

cristina b. ha detto...
17 maggio 2011 12:52

bentornata! stupendo questo cake, perché non partecipi al nuovo contest della Massaia Canterina? è proprio sul caffè...
bacioni

Claudia ha detto...
17 maggio 2011 23:25

Bentortnata! Era da un pò che anche io non passavo da qui...per fortuna che mi sono persa poche ricette!!! Che buono questo cake...veloce e gustoso!

Duck ha detto...
18 maggio 2011 17:53

Vedo che tira la stessa aria un po' dovunque. Non sei la prima blogger che sento che esprime una certa qual pigrizia e stanchezza (e nel mucchio mi ci metto a pieno titolo).
A me piace molto la ricotta nei dolci, ma non ho grandi suggerimenti da darti. In genere ne faccio uno di Trish Deseine in cui ci sono uvette e Marsala. Alla Spia piace molto.
Saluti!

ROBERTO ha detto...
22 maggio 2011 19:07

Ciao e complimenti per il blog!! Ti scrivo per informarti che sto organizzando un contest sul mio blog e mi piacerebbe se tu partecipassi!!
Se ti va vieni a vedere qui : http://www.myart-robertomurgia.blogspot.com/2011/05/cook-with-my-art.html#.Tdk6vFtAIXA
Grazie ciao ciao
ROberto

Anonimo ha detto...
24 maggio 2011 13:29

Ciao cara Lise, io un po' per pigrizia, un po' per altri impegni, un po' perchè ODIO wordpress ho fatto la tua stessa fine. Ma rileggerti è stato bello e mi è venuta voglia di rimettermi all'opera.
buonissssssimo il cake!

lamelannurca