Torta rovesciata di pere

Penso spesso che questo blog verrà abbandonato. Forse ha assolto alla sua funzione quando era il momento e ora non ne ho più bisogno. Probabilmente mi serviva per dire a me stessa che c'erano cose che anch'io avrei imparato a fare. Ed è vero: ci sono tante cose che ho imparato a fare e non lo sospettavo: la focaccia, il pandoro, i grissini. Quelle che erano i miei tabù, ovvero la torta a strati (qualsiasi) e la pasta casalinga, sono rimasti tali. Forse me li tengo apposta, non so.
Cucino ancora abbastanza: specie per cena, quando è impossibile fotografare e fondamentalmente questa voglia di fotografare i cibi mi è un po' passata. La settimana scorsa per esempio avevo fatto dei deliziosi panini alla farina di castagne con la pasta madre ed erano anche piuttosto graziosi da vedere, sarebbero stati perfetti per il blog. Boh. Non ho avuto voglia di fotografarli e ciao. L'importante è che ce li siamo mangiati.
Eppure si vede che non è ancora finita, ecco perché sono qui con questa ricetta di torta di pere e zenzero copiata dall'ultimo numero di Sale e Pepe. Quella che vedete nella foto è proprio l'ultima fetta: solo un altro ripensamento e non sarebbe qui. Invece eccola.
Non solo buona, ma anche soffice e profumatissima.
Torta rovesciata di pere e zenzero
torta rovesciata di pere
Ingredienti per 8 persone
4 pere williams sode
230 gr farina
200 gr zucchero di canna
100 gr zucchero semolato
il succo di un limone
250 ml latte
una tazzina da caffè di olio di riso (o girasole)
2 uova
1 cucchiaino colmo di zenzero in polvere
1 cucchiaino di bicarbonato
sale

Portate a ebollizione un litro d'acqua insieme allo zucchero semolato, aggiungete il succo di limone e le pere sbucciate, tagliate a metà e private del torsolo. Cuocete le pere finché non sono morbide: a me sono bastati 15 minuti. Scolatele e fatele raffreddare.
Setacciate la farina in una ciotola con il bicarbonato e lo zenzero e aggiungete lo zucchero di canna e un pizzico di sale, mescolando. In un'altra ciotola rompete le uova, unite il latte e l'olio, sbattete e versate sul composto di zucchero e farina. Mescolate con una frusta fino a ottenere un impasto omogeneo.
Rivestite di carta forno bagnata e strizzata una teglia rettangolare 20x24 cm e disponetevi le pere, con il lato tagliato verso il basso. Versatevi sopra l'impasto e cuocete in forno già caldo a 180°C per circa 35 minuti.
Fate intiepidire e rovesciate su un piatto da portata prima di servire.

5 commenti:

Acquolina ha detto...
15 novembre 2011 19:07

ci sono dei periodi in cui si ha poca voglia di comunicare, fai come ti senti ma secodo me un po' di voglia ti è rimasta :-)
pere e zenzero... stuzzicante!

Lo ha detto...
15 novembre 2011 21:00

accidenti questo preannuncio mi mette un po' di tristezza, anche se lo capisco...mi mancheresti..affogo il dispiacere nella torta .....sentiti in colpa ;)

Passiflora ha detto...
18 novembre 2011 22:23

ti capisco, anche io sto attraversando gli stessi pensieri. la difficoltà - non voglia di fotografare poi complica decisamente le cose. ma in fondo siamo ancora qui, almeno per ora. :-) la torta mi sembra deliziosa.

lamelannurca ha detto...
28 novembre 2011 17:21

pensieri che condivido anch'io. e oltre alla voglia di fotografare a volte mi passa proprio la voglia di cucinare (dopo certe giornate in ufficio mi mangerei un panino e me ne andre a dormire).
Questa torta è pazzesca anyway :-)

cooksappe ha detto...
1 dicembre 2011 09:39

mai provata!